Ma pensa alla Salute !!!

La polizza sanitaria: E se fosse diventata obbligatoria?

Sono dipendente, non mi serve, sono soldi buttati…

Poi succede qualcosa, anche solo un imprevisto, e la realtà si trasforma in questa:

Se l’avessi saputo prima, te li avrei anche dati 50€ al mese per la polizza, accidenti !!

In fondo, ognuno di noi è in qualche modo un cliente, ed i clienti, si sa, sono creature strane.
La maggior parte di noi è ancora seriamente convinto che nel momento del bisogno lo Stato sarà presente e disposto a soccorrerci, per bene e tempestivamente.
E quindi tutti a fare gli abbonamenti alla tv digitale, e cose simili…

Eppure settimanalmente sui giornali, su internet, su Facebook ( ormai strumento di informazione per eccellenza ) troviamo articoli mirati a sensibilizzarci sul tema, che ci invitano alla protezione ed alla tutela di noi stessi, dei nostri cari, dei nostri beni.
Nonostante ciò, a giudicare da quello che ci dice Eurisko, non sembra che il messaggio sia arrivato.

Solo 3 persone su 10 si assicurano contro gli infortuni e solo 1 su 10 ha una copertura sanitaria, mentre solo 5 su 100 hanno una tutela per il caso morte.

In altri stati c’è l’obbligo a sottoscrivere questo tipo di coperture, laddove addirittura non siano già pagate con trattenute obbligatorie dallo stipendio.
Nonostante ciò il nostro pensiero è sempre questo:

“Ora sto bene, ci penserò tra qualche anno…”

Vi dico la mia: SBAGLIATO!!

Pensarci tardi è scelta errata per tanti motivi; una volta che ci viene diagnosticata una patologia, insieme a tutte quelle correlate, verrà esclusa dalle coperture o sarà oggetto di pesanti franchigie.
D’altronde voi assicurereste una persona con un problema già diagnosticato che originerà sicuramente ricoveri ed interventi costosissimi ?
Io, onestamente no.

Inoltre se sottoscrivo una polizza quando sono giovane, il prezzo sarà molto più basso, perché il rischio di problematiche è minore. Da vecchio il sinistro sarà pressoché certo, quindi se mi voglio assicurare dovrò pagare di più.

In un periodo critico come questo, dove di soldi ce ne sono pochi, dobbiamo farci violenza e pensare alle polizze assicurative come qualcosa di obbligato, non obbligatorio.

Se guardiamo le statistiche leggiamo che, ogni mese, spendiamo circa 400 € per fare la spesa. Lo facciamo senza pensarci perché mangiare è necessario alla nostra vita e non possiamo fare altrimenti.
Perché quindi 50€ al mese per una copertura sanitaria ci sembrano follia?

“Perché dovrebbe capitare proprio a me! se proprio devo aspetto, non ci vorranno mica 6 mesi per un’operazione! Pago già le tasse!”

Tornando a quello che leggiamo tutti i giorni, giusto due esempi:
“La Stampa, 20 ottobre – La mia casa al Comune in cambio di assistenza”
“La Repubblica, 18 Maggio – 500 giorni per una mammografia, l’attesa infinita dei pazienti d’Italia”

Che ne dite, almeno pensarci non sarebbe una cosa utile ?